Che tempo ha fatto?

Il vigneto è lo specchio del tempo

Annata dopo annata i nostri vigneti raccontano l’andamento climatico siciliano. Dalla Tenuta di Cavanera Etnea sino alla scogliera di Calamoni di Favignana, anche per questa vendemmia 2016 le viti testimoniano senza indugi le variazioni del clima e ci raccontano che annata è stata. Possiamo subito affermare che il 2016 è stato un anno mediamente meno piovoso del precedente. Le attese vendemmiali sono declinate verso una minore quantità di uve prodotte ed un livello qualitativo delle uve nere decisamente elevato. Nelle 4 tenute di Trapani c’è stato un andamento climatico normale con un’alternanza di venti che provenivano principalmente dal quadrante nord. La temperatura più fresca di questi giorni unita a una limitata siccitosità invernale prospetta la raccolta di uve nere di ottima struttura e uve bianche con profili aromatici decisamente interessanti. Sul micro continente Etna è stata un’annata che rientra perfettamente nei parametri abituali mentre, a Calamoni di Favignana, il clima fresco ritarderà la vendemmia di una decade e donerà uve che dal punto di vista fitosanitario hanno ottime caratteristiche come quelle dell’agro trapanese.

Team Firriato pronto al decollo

Fervono i preparativi in cantina nell’attesa della vendemmia

Siamo tutti quotidianamente impegnati nell’arco dell’intero anno ma, dobbiamo ammettere, che questi giorni sono più impegnativi degli altri. L’attesa della vendemmia impone una generale preparazione per poter accogliere al meglio i frutti del vigneto. Le uve vendemmiate non possono attendere per essere vinificate. Il regime di qualità che Firriato applica impone che tutto sia pronto e che tutti siano al posto giusto. Sono giorni in cui si revisionano i macchinari dalla cantina alle singole tenute e tutto deve essere pronto al via che daranno i nostri agronomi. Pulizia assoluta e macchine ben oliate dall’Etna a Favignana. Tra un po’ arriveranno le nostre uve e inizierà una nuova storia da raccontare a chi ama il vino di qualità.

Monitorare, programmare, prevedere

L'ora degli eroi

Da Firriato li chiamiamo eroi perché il lavoro nel vigneto è bello e faticoso. Ci vuole passione e tecnica per il vigneto e crediamo che i nostri vendemmiatori posseggano entrambe le caratteristiche. Gli agronomi con i loro campionamenti continui e costanti tengono tutti in allerta. Si è tutti in costante e continuo contatto, ci si riunisce direttamente nel vigneto, si analizzano le uve raccogliendole con uno schema preciso che le suddivide per tipologia, vitigno, microzona e microclima. Si susseguono le riunioni per la definizione dei team e degli obiettivi produttivi. La qualità impone regole severissime come quella per la base dei nostri vini spumanti che prevede tempi vendemmiali più che precisi, esatti!